Antagnod Antagnod

A pochi chilometri dall'abitato di Champoluc si trova Antagnod, il cui antico centro, ben conservato, è stato nominato uno dei Borghi più belli d'Italia.

Antagnod si trova in una zona tranquilla e molto soleggiata e le strutture ricettive, ben organizzate, soddisfano soprattutto una clientela di tipo familiare. 

Il monumento più prestigioso è senza dubbio la parrocchia di San Martino, al cui interno è possibile ammirare uno splendido altare barocco intagliato, dipinto e dorato, che rappresenta uno degli altari più belli e meglio conservati in territorio regionale, mentre accanto alla chiesa è possibile visitare il piccolo museo di arte sacra.

Ad Antagnod le tradizioni locali e l'artigianato sopravvivono ancora in modo forte e infatti qui è possibile vedere alcune abitazioni tipiche, tra cui la Maison Fournier, anche detta Casa Challant, una costruzione contraddistinta da una lunga balconata in legno e affiancata da una torre scalare cilindrica; si tratta di un'antica costruzione rustica oggi sede dell'istituto dell'artigianato valdostano (IVAT) e della biblioteca comunale. Ma l'elemento tipico dell'artigianato ayassino sono i sabot, tipiche calzature in legno, la cui lavorazione era un tempo qui molto diffusa grazie ai maestri sabotier, ed oggi, proprio per valorizzare quest'antica arte, è stata istituita la Cooperativa “Li Tsacolé d’Ayas", nel cui atelier con sede proprio ad Antagnod è allestita la mostra permanente dei sabot ayassini. All'interno dell'ateliers i sabotiers illustrano ai visitaori la tecnica tradizionale di realizzazione delle tipiche calzature locali e ne svelano i segreti.

Durante la stagione invernale, Antagnod è collegato alla vicina Champoluc ed al comprensorio Monterosa ski da un rapido servizio di skibus ed offre ai suoi ospiti un'area sciistica soleggiata e ideale soprattutto per le famiglie con bambini. La pista di Vascoccia, grazie alle sue caratteristiche tecniche, ospita spesso gare di sci regionali e nazionali.  L'area giochi e il tapis roulant consentono ai piccoli sciatori di muovere in piena sicurezza i loro "primi passi" sulla neve.

D’estate il paesaggio si trasforma e le cime dei monti diventano mete per escursioni di tutti i livelli. Il villaggio diventa punto di aggregazione e molte sono le iniziative che avvicinano i visitatori ad attività e tradizioni: dalla corsa con le "tzoke" (sabots) alla "Veillà" dei mestieri.

A few kilometres from the town of Champoluc lies Antagnod, whose ancient, well-preserved town centre has been designated one of the most beautiful borghi in Italy.

Antagnod, or Ayas Antagnod, is located in a peaceful, sunny area, and its tourist facilities are well organised and particularly popular with families.

Its most important monument is undoubtedly the parish church of San Martino (St Martin), inside which is a splendid carved baroque altar, painted and gilded, considered one of the most beautiful and best-preserved in the whole of Valle d’Aosta. Right next to the church is a small museum of sacred art which it is possible to visit.

Local traditions and crafts are still alive and well in Antagnod and in the small town, in fact, there are a number of traditional houses, including Maison Fournier, also known as Casa Challant, with its impressive long wooden balcony flanked by a cylindrical staircase tower. This ancient rustic building is now the headquarters of the institute of Valle d’Aosta craftsmen (IVAT) and houses the local library.

But the most classic symbol of all traditional Ayas valley crafts are the sabots, or wooden clogs, once made by numerous master sabotiers in the area. It was to support and promote this ancient art that the Li Tsacolé d'Ayas Cooperative was set up. Based in Antagnod, where there are workshops and a permanent exhibition of locally made sabots, artisans demonstrate to visitors how the clogs are made, revealing secrets and tricks of the trade.

During the winter season, a fast skibus service connects Antagnod to nearby Champoluc and the Monterosa Ski area, providing visitors with a sunny area for skiing, particularly suitable for families with children. Thanks to its excellent technical qualities, the Vascoccia piste frequently hosts regional and national ski competitions. The play area and magic carpet (or carpet lift) ensure complete safety for younger skiers still getting the hang of skiing.

In summer the landscape undergoes a transformation and the mountain peaks prove a favourite destination for hikers of all levels of ability. The town becomes a focal point for tourists and locals alike, and a rich programme of activities enable visitors to find out about traditions and customs for themselves: from tzoke (clog) racing to the Veillà (festival) of traditional trades.

Specifiche

  • Abitanti: 1359
  • 1359
  • Altezza: 1710 m
  • 1710 m
  • Patrono: San Martino di Tours
  • San Martino di Tours

Ti piace? Dillo ai tuoi amici!

panoram

Ricevi le offerte!


Vuoi ricevere le nostre offerte? Iscriviti alla newsletter, è gratis!
Privacy e Termini d'uso

Seguici sui Social!


Ti aspettiamo!

Schermata_11-2455887_alle_22.29.51