La Val d'Ayas La Val d'Ayas

Ayas si trova alla testa della valle dell’Evançon ed è situato in una meravigliosa conca dominata dal massiccio del Monte Rosa e dalle sue altissime vette che culminano, a più di 4000 metri, con il Breithorn (4165 m), il Polluce (4090 m) e il Castore (4225 m). Il paesaggio è molto vario, i ghiacciai e le aspre pareti rocciose fiancheggiano prati e pascoli dal mite declivio.

L’origine etimologica del nome è controversa, anche se l’interpretazione più verosimile sembra quella derivante da “adacium”, cioè luogo di raduno dei greggi durante la notte. I primi insediamenti umani si fanno risalire all’epoca dei Salassi, gli antichi abitanti della regione, mentre con la conquista romana del territorio, Ayas diventa importante via di passaggio per raggiungere il territorio degli Elvezi. Nel corso del XII sec. Ayas e le sue terre entrano sotto il dominio dell’Abbazia di Saint-Maurice d’Augaunne nel Vallese ed arrivano sul territorio nuove popolazioni di origine germanica, i Walser che, con le loro tradizioni e la loro cultura, hanno influenzato e caratterizzato l’architettura ed i costumi della zona. Nel corso del secolo successivo Ayas e le sue terre verranno infeudate alla potente casata degli Challant.

The Ayas Valley (Val d’Ayas) is located at the head of the Evançon valley and lies in a charming hollow beneath the Monte Rosa massif, whose towering summits reach over 4,000 metres, with the Breithorn (4,165 m), the Polluce (4,090 m) and the Castore (4,225 m). It boasts a varied and diverse landscape, with glaciers and barren rocky outcrops surrounding gently sloping meadows and pastures.

The origin of the Ayas valley’s name is controversial, but the most likely interpretation is that it is a derivation of the Latin word adacium, a place where flocks would come together and shelter for the night.

The first human settlements date back to the period of the ancient Salassi tribe who inhabited the region, while, following the Roman conquest of the territory, Ayas became an important means of access to the territory of the Helvetii tribe (in present-day Switzerland).

The 12th century saw Ayas and its lands coming under the domination of the Abbey of Saint Maurice of Augaunne in the Vallese area (in the German part of Switzerland), and the arrival of new populations of Germanic origin, the Walser, whose traditions and culture have influenced and left their mark on the architecture and customs of the region.

During the course of the following century, Ayas and the surrounding territory passed into the hands of the aristocratic Challant dynasty.

 

 

La Val d'Ayas

Ti piace? Dillo ai tuoi amici!

panoram

Ricevi le offerte!


Vuoi ricevere le nostre offerte? Iscriviti alla newsletter, è gratis!
Privacy e Termini d'uso

Seguici sui Social!


Ti aspettiamo!

Schermata_11-2455887_alle_22.29.51